“Riprendiamoci la città. Partecipando.”


Seconda iniziativa della serie “Riprendiamoci la città”, organizzata dal Polo Laico. Dopo “Coloriamo la nostra Città” ecco “Partecipando”: Domenica 5 Ottobre dalle 10,30 presso la sala dell’Affresco del Castello Sforzesco di Vigevano.



L’incontro aperto alla cittadinanza prevede tavoli di discussione con l’intervento di cittadini vigevanesi  che esprimono con la loro partecipazione alla vita sociale, culturale e ambientale  una voce importante che deve essere ascoltata da chi, come il Polo Laico, vuole mettersi in prima linea nella ricostruzione e riorganizzazione di Vigevano.

L’obiettivo è quello di tessere un filo e costruire una rete tra tutte le esperienze presenti sul nostro territorio per produrre idee, proposte e soluzioni volte ad uscire da una crisi d’area senza precedenti recenti. 

Dopo una presentazione iniziale dei macrotemi da cui partire per una discussione libera e partecipata, gli intervenuti si divideranno a seconda dell’argomento per il quale nutrono maggior interesse e soprattutto proposte da condividere. 

Ogni tavolo sarà un’occasione importante di conoscenza reciproca e discussione e porterà proposte e contenuti per una successiva plenaria.

Trasversalmente e quindi in ogni tavolo, vorremmo ragionare sui seguenti contenuti:

1) Il valore del linguaggio artistico, del teatro, della musica, dello sport e delle altre attività ludiche sul territorio, per supportare la crescita di personalità libere da pregiudizi e migliorare la qualità delle relazioni.
L’obiettivo sul quale focalizzarsi: individuazione di spazi e idee per  una nuova qualità della vita vigevanese basata sulla cultura.

2) L’importanza dell’ambiente in senso lato e più da vicino l’ambiente vigevanese nelle sue declinazioni di raccolta rifiuti, risorse ambientali a disposizione e ad impatto zero, gruppi solidali di acquisto e prodotti locali e valorizzazione del Parco del Ticino.
L’obiettivo sul quale focalizzarsi: attirare turismo e sviluppare i temi  dell’enogastronomia di Vigevano e della Lomellina nel rispetto ambientale e incrementando una sostenibilità ecologica che Vigevano non ha mai attuato fino in fondo.

3) L’importanza e il valore della socialità, dell’aiuto e integrazione dell’Altro, in ogni sua sfumatura di diversità e disabilità, che passa attraverso una parte di mondo locale, quello del volontariato, molto sentito dai cittadini ma non riconosciuto e/o poco valorizzato.
L’obiettivo sul quale focalizzarsi: il riconoscimento di questa forza a base volontaria che è parte fondante e di supporto per le istituzioni che in momenti di crisi devono tener presente, riconoscere e comprendere le esigenze di questo microcosmo interno alla città.

Annunci