Come anticipato pubblichiamo in rete i risultati del primo incontro della serie  “Riprendiamoci la città – Partecipando”. 
Il primo dibattito si è svolto su tre tavoli tematici: Arte e Cultura, Sociale, Ambiente
Elenchiamo qui gli argomenti  trattati, sotto forma di proposte  raggruppate in modo da rispecchiare la suddivisione tematica dei tavoli, anche se molte di esse risultano trasversali rispetto a tale suddivisione.   
Per ogni proposta suggeriamo degli spunti per una discussione che auspichiamo il più partecipata possibile, qui in rete e offline. 
Le proposte pubblicate si riferiscono esclusivamente a quanto discusso Domenica 5 Ottobre, non intendono essere esaustive e toccano solo alcuni dei punti sui quali dovrà svilupparsi il dibattito sul futuro della nostra città. Altri punti verranno discussi nei prossimi incontri della serie “Partecipando” in programma.


SOCIALE

1) DIALOGO E COORDINAMENTO

Si è partiti dall’opinione comune che il primo problema dei servizi sociali stia in un mancato  riconoscimento da parte del Comune (non solo da parte dell’ultima giunta ma da anni) e in  una difficile comunicazione  con il coordinamento oltre che una conoscenza approssimativa del mondo dell’associazionismo vigevanese. Si è proposta l’organizzazione di una piramide amministrativa che valorizzi o rinnovi il ruolo del coordinamento già esistente.

Spunti di discussione: la piramide amministrativa  come  strumento per una partecipazione del terzo settore alle scelte dell’amministrazione sul welfare? Una consulta delle associazioni (organismo che potrebbe nascere dall’attuale coordinamento e superarlo) con parere vincolante?

2) CITTADELLA DEL SOCIALE
Creare una cittadella per le associazioni, cosi come per arte, cultura e sport, darebbe anche in questo ambito lo stesso significato di coordinamento, conoscenza reciproca, cooperazione, risparmio e recupero sociale e ambientale. Occorre valutare approfonditamente quali Associazioni effettivamente rientrino nel concetto di “ambito sociale”. Il discorso potrebbe partire appunto dalla definizione di ciò che è “sociale”.

3) ANZIANI

Polarizzazione presso il  De Rodolfi di tutto ciò che gravita intorno al mondo dell’anziano, cosa che potrebbe essere supportata anche da una valorizzazione del C.S.A. anche per l’organizzazione di eventi sociali e meeting/conferenze.

Spunti di discussione: il De Rodolfi sta sempre più prendendo la forma del centro di  riferimento anche per  quanto riguarda forme di assistenza domiciliare specialistica e non. Si propone la costituzione  di un “albo” delle badanti e la presa in carico da parte della struttura dell’espletamento delle pratiche relative alla messa in regola delle stesse oltre che della loro formazione.

4) GIOVANI

Mancano luoghi aggreganti ed eventi sociali/culturali. La proposta Cittadella dell’Arte presso Palazzo Riberia e altri luoghi fisici come Circolab oltre che al recupero di alcuni spazi come “sala prove” potrebbero favorire l’aggregazione.

Spunti di discussione: Possono diventare  le “Cittadelle”  proposte sopra (cultura, sport, sociale) luoghi di aggregazione ma anche di formazione, dove l’Amministrazione possa favorire l’incontro con  l’impresa? 

Annunci