Bellissima giornata ieri nel giardino di palazzo Riberia, rivitalizzato dalla Festa del Polo Laico  che ha visto circa 200 persone vivere un’area della città tanto bella quanto sconosciuta agli stessi cittadini vigevanesi.

Per circa tre ore nel pomeriggio domenicale chi per una volta ha voluto uscire dal solito itinerario Piazza Ducale – Castello- Via del Popolo ha potuto rilassarsi nel verde con la musica di DJ Duly, con i cibi di strada, da quelli tradizionali alle scoperte di nuovi sapori etnici e  vegani oltre a un angolo per la lettura di poesie e di book crossing mentre i più piccoli si sono divertiti colorando con gli artisti Ale Puro e Futur Boba e  percorrendo un percorso sensoriale appositamente pensato per loro. Infine hanno potuto  imparare qualche rudimento della lingua dei gesti per comunicare con persone sordomute.

 

Un pomeriggio dunque di conoscenza e inclusione, nella miglior tradizione del Polo Laico che proprio in quest’area progetta di creare la Cittadella dell’Arte e della Cultura, con il recupero del grande complesso di Palazzo Riberia per crearvi un punto di aggregazione, di cultura e di idee.

 

Soddisfatto il candidato Sindaco, Luca Bellazzi: “Portare gente al Riberia è stata una sfida impegnativa che abbiamo vinto contando sulla voglia che i vigevanesi hanno di sperimentare cose nuove e di uscire dai soliti schemi della campagna elettorale. Una sfida che aveva lo scopo di far capire a tutti che c’è più Vigevano di quella che conosciamo –tantissimi i vigevanesi che ringraziavano per l’opportunità di conoscere una zona completamente sconosciuta- e soprattutto che c’è una Vigevano che ha voglia di conoscenza, solidarietà, partecipazione e perchè no, allegria.”