POLO LAICO, COMUNICATO STAMPA 24/6/2015

“Quattordici consiglieri di maggioranza più il voto del sindaco fanno esattamente il 60% dei voti che la legge intende garantire. Chi non capisce questo o non ha concluso le scuole elementari o é in malafede.”
Questo il commento di
Luca Bellazzi, consigliere eletto per il Polo Laico alla notizia del ricorso al TAR da parte della Lega che se accolto lo escluderebbe, contro il risultato elettorale, dal Consiglio Comunale.
“Oltre a ciò va considerato che gli elettori hanno votato al secondo turno con le informazioni che davano la composizione del Consiglio a 14 seggi di maggioranza e 10 di opposizione. Allo stesso modo accordi o non accordi di apparentamento sono stati presi anche sulla base di quello. È come voler cambiare il regolamento a partita in corso: roba da poveracci”
“Inoltre -conclude Bellazzi – sarebbe utile sapere se corrisponde a verità la notizia che il
Sindaco si é recato a Milano a presentare il ricorso accompagnato dal responsabile dell’Ufficio Legale del Comune, dal capo dell’Ufficio Segreteria e da un dirigente, tutti in orario di servizio, che, è bene ricordarlo, nel caso sarebbe stato pagato dai vigevanesi; oltre a ciò indagheremo anche su chi pagherà questo ricorso non volendocelo ritrovare prossimamente iscritto nel bilancio comunale”