Estratto dal Programma Elettorale del Polo Laico per le Elezioni Amministrative di Vigevano 2015

La Città Metropolitana: Vigevano per affrontare la sfida deve organizzarsi, dapprima coagulando i limitrofi centri facenti capo al Distretto Industriale e poi anche il territorio della Lomellina per puntare sulle eccellenze e specificità da apportare alla nuova Città Metropolitana milanese attraverso la presentazione di progetti sostenibili. Naturalmente non si tratta di annettere gli altri comuni alla Città Metropolitana dal momento che ciò non è previsto dalle norme. Si tratta di rendersi “ambasciatori” presso la Metropoli di un’offerta integrata, unica e attrattiva. Ricchezze monumentali, naturalistiche, sistema agricolo sono caratteristiche che le altre aree della metropoli non possiedono in modo così integrato e per certi aspetti, unico. Sono queste le doti che la nostra zona può offrire alla Città Metropolitana, sono queste dunque le aree di intervento su cui agire, assieme alla creazione di un polo culturale importante e credibile in un contesto che punti sull’alta qualità della vita in opposizione alla alienazione della grande urbanizzazione milanese. Se riusciremo a compiere questo lavoro organizzativo ed aggregativo allora potremmo trovare nella amministrazione metropolitana la sponda utile al rinnovamento infrastrutturale che ci è necessario. Per realizzare tutto questo è di primaria importanza che la scelta sia condivisa e occorre perciò spiegare nei dettagli la questione e ascoltare la Città. E’ quindi necessario fin d’ora sviluppare e strutturare un’ampia discussione pubblica con condivisione di informazioni, idee, progetti.